Μετάβαση στο περιεχόμενο

Quiete e serenità tra mare e monti

Ολόκληρο σπίτι. Οικοδεσπότης: Raffaele
2 επισκέπτεςΣτούντιο0 κρεβάτια1 μπάνιο
Ολόκληρο κατάλυμα
Θα έχετε ολόκληρη την ιδιοκτησία (σπίτι) στη διάθεσή σας.
Πολιτική ακύρωσης
Προσθέστε τις ημερομηνίες του ταξιδιού σας, για να δείτε λεπτομέρειες σχετικά με την πολιτική ακύρωσης γι' αυτό το κατάλυμα.
La casa è inserita nel suggestivo centro storico, ha ingresso e giardino indipendente con uno straordinario e incantevole panorama sulla valle.

Ο χώρος
Ideale per una vacanza rilassante e serena, lontano dai rumori del traffico e dalla confusione

Διαρρύθμιση ύπνου

Κοινόχρηστοι χώροι
1 καναπές

Παροχές

Wifi
Τηλεόραση
Πιστολάκι μαλλιών
Κρεμάστρες
Είδη πρώτης ανάγκης
Ιδιωτική είσοδος
Security cameras on property
Μη διαθέσιμο: Ανιχνευτής μονοξειδίου του άνθρακα
Μη διαθέσιμο: Ανιχνευτής καπνού

Επιλέξτε ημερομηνία άφιξης

Προσθέστε τις ημερομηνίες του ταξιδιού σας, για να δείτε συγκεκριμένη τιμή
Άφιξη
Προσθήκη ημερομηνίας
Αναχώρηση
Προσθήκη ημερομηνίας

2 κριτικές

Τοποθεσία

Altilia, Καλαβρία, Ιταλία

Altilia ha origini antiche essendo nata ancor prima dell'anno mille per volere dell'esarca dell'imperatore Basilio II, di nome Eustachio Greco che la chiamò Alimena in onore della madre che portava tale nome e che era stata la balia dell'imperatore stesso. Ebbe a subire nei secoli diversi terremoti che ne sconvolsero l'architettura urbana.
L'abitato si dispone sul versante destro del Savuto, su una conformazione del terreno di grande acclività, quasi uno strapiombo lungo il quale si snoda oggi l'autostrada del Mediterraneo. Presenta una tipica morfologia d'impianto medievale naturalmente fortificata.
L'ambiente urbano è suggestivo, accentrato intorno ad una piazza sull'orlo dello strapiombo denominata Castello, che però dell'esistenza di un castello non conserva più tracce. Altilià è famosa per l'arte dello scalpello sviluppatasi per la presenza nel suo comprensorio di pietra tufacea rossastra. Le cave oggi risultano in disuso, ma la zona merita di essere visitata per le sue selvagge bellezze naturali. Risalendo, infatti, il torrente Carito ed arrivando alla confluenza con il torrente Fiumicello, è possibile ammirare uno spettacolo meraviglioso fatto di cascate, alben secolari, vegetazione selvaggia e strette gole, penetrabili attraversando il fiume a guado. Da questa zona denominata Russo, risalendo il fiume si arriva immediatamente alle Parrere, immensa parete rocciosa del colle Pecale, dove il sole si intravede appena attraverso la fitta vegetazione. Le cave di pietra un tempo erano undici ma di queste solo sette sono oggi raggiungibili. Nelle diverse cave è' possibile trovare incise date, nomi e, a volta, croci indicanti probabilmente incidenti sul lavoro che provocarono la morte di chi vi lavorava.
In alcune cave sono ancora ben visibili conci appena sbozzati e la data in cui in esse si lavorò. La più antica sembra essere quella della prima cava che porta incisa la data 1316(!!!)e due iniziali J. M. (Joannes Marsico?), mentre la più recente, 1954, si trova in una delle ultime cave.
Arte e Monumenti
Altilia, un tempo vivido centro specializzato per l'architettura e le decorazioni in pietra, presenta peculiari caratteristiche di antichità che sono presenti negli innumerevoli portali tufacei. Le finestre ed i balconi delle case più antiche sono ornati da meravigliose cornici di pietra, a manifattura locale, alcune delle quali rispecchiano preminentemente lo stile rinascimentale.
PALAZZO CARUSI - Via Bandicella -Fine secolo XVIII
Probabile opera di Domenico Caruso, in pietra rossastra (la stessa degli ornati di Grimaldi) e di pregevole esecuzione, presenti un arco a tutto sesto riccamente ornato da motivi floreali e scanalature, sormontato da trabeazione finemente lavorata e racchiuso da una cornice aggettante.
PALAZZO FERRARI - Piazza Castello - - Secolo XVIII
Attribuito al maestro Fortunato Ferrari, presenta un arco a tatto sesto scanalato a più livelli e inquadrato in conci modanati; sulla trabeazione del primo livello poggia una artistica loggia.
PALAZZO FEDERICI - Via V Federici - Secolo XVIII
Elegante composizione di ignoto scalpellino locale, presenta il portale in pietra tufacea scolpita con arco a tutto sesto e costoni aggettanti. Vi abitò Vincenzo Federici, conosciuto con l'appellativo di “Capobianco”, fondatore nel 1812 delle prima loggia carbonara in Calabria

PALAZZO MARSICO - Via Convento - (secolo XVII),
Opera di elegante esecuzione attribuita ad Antonio Marsico presenta un arco a tutto sesto decorato con ornamenti a spirale intrecciata, rosette, stemmi, mascheroni e chiave di volta; il tutto è racchiuso da una cornice aggettante e sormontato da trabeazione. Sul portale si trova un artistico balcone con balaustra sagomata e colonne di elegante fattura sorretto da quattro piedini lavorati da spirali intrecciate e da quattro mascheroni raffiguranti le stagioni e che richiama lo stile dei palazzi di Noto, in Sicilia.
Convento di Santa Maria delle Grazie
fu edificato presumibilmente intorno al ‘500 da Domenico Agacio e Gerolamo Curaro per l’ordine francescano dei minori conventuali, come risulta dalla lettura di un’epigrafe in latino, incisa su pietra locale calcarea e apposta sulla parete sud dell’abside della Chiesa. E’ probabile che in questo Convento sia sorta la scuola degli scalpellini ad opera dei monaci che contribuirono all’evoluzione della loro arte ed al miglioramento della cultura e della società. Il Convento è collocato su una rupe che si affaccia sulla Valle del Savuto. Del Convento restano intatti oggi solo i muri perimetrali che danno, comunque, un’idea piuttosto precisa della sua estensione, mentre la Chiesa, a navata unica, è stata completamente recuperata grazie ed interventi di restauro. Il presbiterio è di forma quadrangolare con piano più elevato rispetto al calpestio dell’aula. E’ collegato ad una piccola sacrestia e tramite il citato corridoio si collega al Convento.
Chiesa parrocchiale dedicata a Santa Maria Assunta in cielo
Venne eretta nel XV secolo, ma più volte rimaneggiata nei secoli successivi.
Mostra una pianta a tre navate divise da pilastri ad arcate simmetriche con basamenti in tufo. Tutto l’impianto e` inscrivibile in un quadrato delle dimensioni di circa 20 mt per lato. Suggestivo è il sagrato antistante la facciata principale cintato rispetto alla piazza, che offre un panoramico affaccio sull' intera valle del Savuto.La facciata principale, come la torre campanaria, sono in stile tardo-romanico, mentre l’interno, interamente rifatto con elementi barocchi, presenta chiari elementi decorativi settecenteschi. Sulla facciata principale sono in bella mostra il portale e l'arco trionfale a pieno sesto intagliato nella famosa pietra altiliese. Il portale, sormontato da una cornice ogivale in tufo, ha decorazioni e fregi ornamentali finemente modellati da maestranze locali. Sulla parete centrale dell'altare maggiore una tela della Vergine Assunta opera dell'olandese Guglielmo Borremans. Altre opere d'arte notevoli sono: una pregevole statua lignea dell'Immacolata intagliata a tutta figura vistosamente dipinta da artisti di scuola napoletana; il fonte battesimale, la statua di San Sebastiano, probabilmente del XV secolo, il meraviglioso Crocifisso settecentesco e i due "confessionali in legno di noce del secolo XVIII.
Altilia ha origini antiche essendo nata ancor prima dell'anno mille per volere dell'esarca dell'imperatore Basilio II, di nome Eustachio Greco che la chiamò Alimena in onore della madre che portava tale nome e…

Με οικοδεσπότη τον/την Raffaele

Μέλος από Ιανουάριος 2016
  • 15 Κριτικές
  • Η ταυτότητα επαληθεύτηκε
Κατά τη διάρκεια της διαμονής σας
sono sempre disponibile per esaudire qualsiasi richiesta degli ospiti
    Για να προστατεύσετε την πληρωμή σας, μη μεταφέρετε ποτέ χρήματα και μην επικοινωνείτε εκτός του ιστότοπου ή της εφαρμογής της Airbnb.

    Πράγματα που πρέπει να γνωρίζετε

    Κανόνες Σπιτιού
    Άφιξη: Ευέλικτη
    Αναχώρηση: 11:00 π.μ.
    Επιτρέπονται τα κατοικίδια
    Επιτρέπεται το κάπνισμα
    Υγεία και ασφάλεια
    Ισχύουν οι οδηγίες της Airbnb για τους κανόνες αποστάσεων και άλλες οδηγίες που σχετίζονται με τη νόσο COVID-19
    Δεν αναφέρεται ανιχνευτής μονοξειδίου του άνθρακα Μάθετε περισσότερα
    Δεν αναφέρεται ανιχνευτής καπνού Μάθετε περισσότερα
    Κάμερα ασφαλείας/συσκευή μαγνητοσκόπησης Μάθετε περισσότερα

    Εξερευνήστε άλλες επιλογές μέσα και γύρω από την πόλη Altilia

    Περισσότεροι χώροι διαμονής στην πόλη Altilia: