RECCO COME PUNTO DI PARTENZA

Carlo

RECCO COME PUNTO DI PARTENZA

PARTO DA RECCO PER VEDERE COSE BELLE
Recco è la porta ideale per il Parco di Portofino. Camogli la puoi raggiungere da Recco con una passeggiata di 2 km oppure in treno o con il bus o con l'auto (ma a seconda del periodo e dell'orario potresti avere problemi a trovare parcheggio). A mio avviso è molto meglio della tanto decantata Portofino. Camogli è una vera città, viva e vissuta, ha spiagge per ogni gusto, un mare fantastico ed è bella di giorno e di notte, una vasta offerta gastronomica e tanti scorci romantici. A settembre Il Festival della Comunicazione, con i suoi innumerevoli eventi, offre la possibilità di unire divertimento e cultura.
109
ντόπιοι προτείνουν
Camogli
109
ντόπιοι προτείνουν
Recco è la porta ideale per il Parco di Portofino. Camogli la puoi raggiungere da Recco con una passeggiata di 2 km oppure in treno o con il bus o con l'auto (ma a seconda del periodo e dell'orario potresti avere problemi a trovare parcheggio). A mio avviso è molto meglio della tanto decantata Portofino. Camogli è una vera città, viva e vissuta, ha spiagge per ogni gusto, un mare fantastico ed è bella di giorno e di notte, una vasta offerta gastronomica e tanti scorci romantici. A settembre Il Festival della Comunicazione, con i suoi innumerevoli eventi, offre la possibilità di unire divertimento e cultura.
SAN ROCCO DI CAMOGLI - UN TUFFO NEL BLU Nella frazione di San Rocco di Camogli si può arrivare in tanti modi. Da Recco si va in bus o in auto verso Ruta di Camogli (i bus sono quelli che vanno verso Rapallo o Santa Margherita Ligure). Da Ruta si gira a destra e se si è in auto si può raggiungere l'ampio parcheggio posto proprio all'inizio della zona pedonale; se si è a piedi è possibile arrivare alla Chiesa di San Rocco di Camogli con un altro bus oppure (secondo me meglio!) a piedi con una piacevole passeggiata in piano di circa 2 km. Il premio è il panorama di cui si gode dal piazzale della Chiesa! Nelle giornate terse si vede praticamente tutta la Liguria e il panorama è così ampio sul mare che davvero sembra di cogliere la curvatura della Terra. Da qui si può iniziare a fare sul serio e scendere a Punta Chiappa tramite il sentiero che porta a questo lembo di roccia che si protende nel mare (se risalire sembra troppo duro in estate ci sono i battelli che riportano in breve tempo a Camogli o addirittura a Recco). Oppure raggiungere "Le Batterie" (una serie di bunker tedeschi, residuo della seconda guerra mondiale, nascosti fra le rocce. Tutti i sentieri sono segnati, ma attenzione! Astenetevi se siete in infradito! Servono calzature adatte, anche in estate. Altra possibilità è invece scendere a Camogli tramite la scala in discesa che si trova proprio davanti al portale della Chiesa (e magari comprare qualche galletta del marinaio nel negozio che si trova a pochi metri).
Church of San Rocco
141 Via Molfino
SAN ROCCO DI CAMOGLI - UN TUFFO NEL BLU Nella frazione di San Rocco di Camogli si può arrivare in tanti modi. Da Recco si va in bus o in auto verso Ruta di Camogli (i bus sono quelli che vanno verso Rapallo o Santa Margherita Ligure). Da Ruta si gira a destra e se si è in auto si può raggiungere l'ampio parcheggio posto proprio all'inizio della zona pedonale; se si è a piedi è possibile arrivare alla Chiesa di San Rocco di Camogli con un altro bus oppure (secondo me meglio!) a piedi con una piacevole passeggiata in piano di circa 2 km. Il premio è il panorama di cui si gode dal piazzale della Chiesa! Nelle giornate terse si vede praticamente tutta la Liguria e il panorama è così ampio sul mare che davvero sembra di cogliere la curvatura della Terra. Da qui si può iniziare a fare sul serio e scendere a Punta Chiappa tramite il sentiero che porta a questo lembo di roccia che si protende nel mare (se risalire sembra troppo duro in estate ci sono i battelli che riportano in breve tempo a Camogli o addirittura a Recco). Oppure raggiungere "Le Batterie" (una serie di bunker tedeschi, residuo della seconda guerra mondiale, nascosti fra le rocce. Tutti i sentieri sono segnati, ma attenzione! Astenetevi se siete in infradito! Servono calzature adatte, anche in estate. Altra possibilità è invece scendere a Camogli tramite la scala in discesa che si trova proprio davanti al portale della Chiesa (e magari comprare qualche galletta del marinaio nel negozio che si trova a pochi metri).
RUTA DI CAMOGLI - CHIESA MILLENARIA La Chiesa Millenaria di Ruta si raggiunge in auto, oppure a piedi partendo da Ruta di Camogli. E' un piccolo gioiello, nascosto, che regala un sospiro di Medioevo.
Church of the Sacred Heart of Jesus
35 Via Venticinque Aprile
RUTA DI CAMOGLI - CHIESA MILLENARIA La Chiesa Millenaria di Ruta si raggiunge in auto, oppure a piedi partendo da Ruta di Camogli. E' un piccolo gioiello, nascosto, che regala un sospiro di Medioevo.
Meglio andarci in treno o in auto (o in bici, se siete ciclisti!). Anche il bus ci va, ma bisogna essere sicuri di non soffrire il mal d'auto.... Santa Margherita Ligure ancora porta i segni dei fasti del passato. Con i suoi lussuosi alberghi è la porta di lusso di Portofino. Bello passeggiare fra le vie del centro storico, con bei negozi e bella gente. Consigliabile passeggiare nel bel Parco di Villa Durazzo. Interessante iniziare lo struscio sul lungomare partendo dalla nascosta Piazza del Sole, posta all'estrema sinistra, leggermente in salita, guadando il mare, per arrivare, volendo, fino a Portofino a piedi, passando per la bellissima Paraggi, uno scorcio di mare di smeraldo. Per i più "elastici" perchè non scendere ogni tanto a farsi un bagno dove il mare è più invitante? L'ideale per raggiungere Portofino sarebbe noleggiare delle biciclette (provate a contattare https://www.ciclomania-liguria.it/ )
48
ντόπιοι προτείνουν
Santa Margherita Ligure
48
ντόπιοι προτείνουν
Meglio andarci in treno o in auto (o in bici, se siete ciclisti!). Anche il bus ci va, ma bisogna essere sicuri di non soffrire il mal d'auto.... Santa Margherita Ligure ancora porta i segni dei fasti del passato. Con i suoi lussuosi alberghi è la porta di lusso di Portofino. Bello passeggiare fra le vie del centro storico, con bei negozi e bella gente. Consigliabile passeggiare nel bel Parco di Villa Durazzo. Interessante iniziare lo struscio sul lungomare partendo dalla nascosta Piazza del Sole, posta all'estrema sinistra, leggermente in salita, guadando il mare, per arrivare, volendo, fino a Portofino a piedi, passando per la bellissima Paraggi, uno scorcio di mare di smeraldo. Per i più "elastici" perchè non scendere ogni tanto a farsi un bagno dove il mare è più invitante? L'ideale per raggiungere Portofino sarebbe noleggiare delle biciclette (provate a contattare https://www.ciclomania-liguria.it/ )
Da Ruta di Camogli è possibile salire (meglio se in auto perchè la strada è piuttosto lunga e non ci sono bus) a Portofino Vetta. Esiste un piazzale in cui si può posteggiare liberamente (solo in particolari giorni di primavera e autunno può essere pieno). Qui si trova, inattivo, un fantastico Hotel. Di notte qualche finestra illuminata fa pensare a qualche misterioso occupante... Comunque da qui partono le più belle passeggiate (di ogni tipo di difficoltà ma, principalmente, facili) nel Monte di Portofino. Si può andare a "Pietre Strette" (facile passeggiata di venti minuti) ma con passeggiate di lunghezza variabile si può arrivare a San Fruttuoso, Portofino, Santa Margherita Ligure....e al ritorno ovviamente si può tornare con i mezzi fino a Ruta e poi a Recco. Attenzione! Da San Fruttuoso si può tornare solo in barca (o a piedi per lo stesso sentiero). Quindi non attardatevi e verificate sempre gli orari dei battelli! E usate scarpe adatte (NO INFRADITO! NO ESPADRILLAS! :-) )
10
ντόπιοι προτείνουν
Portofino Vetta
10
ντόπιοι προτείνουν
Da Ruta di Camogli è possibile salire (meglio se in auto perchè la strada è piuttosto lunga e non ci sono bus) a Portofino Vetta. Esiste un piazzale in cui si può posteggiare liberamente (solo in particolari giorni di primavera e autunno può essere pieno). Qui si trova, inattivo, un fantastico Hotel. Di notte qualche finestra illuminata fa pensare a qualche misterioso occupante... Comunque da qui partono le più belle passeggiate (di ogni tipo di difficoltà ma, principalmente, facili) nel Monte di Portofino. Si può andare a "Pietre Strette" (facile passeggiata di venti minuti) ma con passeggiate di lunghezza variabile si può arrivare a San Fruttuoso, Portofino, Santa Margherita Ligure....e al ritorno ovviamente si può tornare con i mezzi fino a Ruta e poi a Recco. Attenzione! Da San Fruttuoso si può tornare solo in barca (o a piedi per lo stesso sentiero). Quindi non attardatevi e verificate sempre gli orari dei battelli! E usate scarpe adatte (NO INFRADITO! NO ESPADRILLAS! :-) )
IL VERO GIOELLO DEL GOLFO PARADISO - ABBAZIA DI SAN FRUTTUOSO Questo luogo, storico e fantastico varrebbe da solo un viaggio in Liguria. E' completamente nascosto, appare come una visione dall'alto, dopo aver vagato per boschi e uliveti oppure ti da un tuffo al cuore quando l'imbarcazione su cui ti trovi, dopo aver percorso alcune miglia sotto una roccia su cui gli alberi si aggrappano con tenacia, doppi uno sperone di roccia e scopri questa perla incastonata fra mare e monte. Si può raggiungere in diversi modi: - a piedi partendo da Portofino Vetta (per esperti e con scarpe adatte); se si vuole evitare la faticaccia di risalire si può prendere il battello per tornare a Recco o Camogli - in battello partendo dal porto di Camogli (o di Recco, nei mesi estivi) - in canoa (a Recco o Camogli è possibile noleggiare delle canoe però specificate bene che vi servono canoe perfette, per evitare che vi diano una canoetta adatta solo a fare due pagaiate davanti alla spiaggia...); bisogna ovviamente essere abbastanza esperti, perchè la "canoata", anche se fantastica al limite del commovente, richiede circa 2 ore, e va fatta con il mare in buone condizioni
59
ντόπιοι προτείνουν
Abbazia di San Fruttuoso
18 Via S. Fruttuoso
59
ντόπιοι προτείνουν
IL VERO GIOELLO DEL GOLFO PARADISO - ABBAZIA DI SAN FRUTTUOSO Questo luogo, storico e fantastico varrebbe da solo un viaggio in Liguria. E' completamente nascosto, appare come una visione dall'alto, dopo aver vagato per boschi e uliveti oppure ti da un tuffo al cuore quando l'imbarcazione su cui ti trovi, dopo aver percorso alcune miglia sotto una roccia su cui gli alberi si aggrappano con tenacia, doppi uno sperone di roccia e scopri questa perla incastonata fra mare e monte. Si può raggiungere in diversi modi: - a piedi partendo da Portofino Vetta (per esperti e con scarpe adatte); se si vuole evitare la faticaccia di risalire si può prendere il battello per tornare a Recco o Camogli - in battello partendo dal porto di Camogli (o di Recco, nei mesi estivi) - in canoa (a Recco o Camogli è possibile noleggiare delle canoe però specificate bene che vi servono canoe perfette, per evitare che vi diano una canoetta adatta solo a fare due pagaiate davanti alla spiaggia...); bisogna ovviamente essere abbastanza esperti, perchè la "canoata", anche se fantastica al limite del commovente, richiede circa 2 ore, e va fatta con il mare in buone condizioni
IL LUOGO CHE NON HA BISOGNO DI PRESENTAZIONI: SUA MAESTA' PORTOFINO! Non ha mai smesso di esercitare il suo fascino, anche dopo che la Riviera Ligure è stata un po' abbandonata dai Vip, in favore delle località sarde o esotiche. Ma la classe non è acqua e avere una villa a Portofino resta uno status symbol al quale i magnati dell'industria e i tycoon della moda non possono rinunciare. A Portofino è sempre più difficile arrivare in auto, e non è nemmeno tanto bello farlo. Il bello è apprezzare anche la strada ardita che si fa per raggiungerla da Santa Margherita Ligure. Io amo andarci in bicicletta, partendo da Recco. Ma è possibile anche noleggiare una bicicletta a Santa Margherita Ligure oppure arrivarci in bus (partono dal centro di Santa Margherita, abbastanza vicino alla stazione) oppure, ancor meglio, arrivarci in battello partendo da Camogli o da Recco (e così si potranno prendere due piccioni con una fava: San Fruttuoso e Portofino). Non ti limitare a sostare sulla piazzetta, bella e famosa. Vai verso sinistra rispetto alla piazzetta, fino in fondo. E poi sali alla chiesa e al Castello, da cui potrai ammirare altri bei panorami.
156
ντόπιοι προτείνουν
Portofino
156
ντόπιοι προτείνουν
IL LUOGO CHE NON HA BISOGNO DI PRESENTAZIONI: SUA MAESTA' PORTOFINO! Non ha mai smesso di esercitare il suo fascino, anche dopo che la Riviera Ligure è stata un po' abbandonata dai Vip, in favore delle località sarde o esotiche. Ma la classe non è acqua e avere una villa a Portofino resta uno status symbol al quale i magnati dell'industria e i tycoon della moda non possono rinunciare. A Portofino è sempre più difficile arrivare in auto, e non è nemmeno tanto bello farlo. Il bello è apprezzare anche la strada ardita che si fa per raggiungerla da Santa Margherita Ligure. Io amo andarci in bicicletta, partendo da Recco. Ma è possibile anche noleggiare una bicicletta a Santa Margherita Ligure oppure arrivarci in bus (partono dal centro di Santa Margherita, abbastanza vicino alla stazione) oppure, ancor meglio, arrivarci in battello partendo da Camogli o da Recco (e così si potranno prendere due piccioni con una fava: San Fruttuoso e Portofino). Non ti limitare a sostare sulla piazzetta, bella e famosa. Vai verso sinistra rispetto alla piazzetta, fino in fondo. E poi sali alla chiesa e al Castello, da cui potrai ammirare altri bei panorami.
A Sori è consigliabile arrivare in treno o in bus (in estate) perchè è abbastanza difficile parcheggiare. Una bella spiaggia, una delle preferite dai genovesi interessante anche se piccolo, il borgo. Interessante la vista dall'Oratorio di Sant'Erasmo, luogo assai conosciuto dagli amanti della musica perchè vi si tengono moltissimi concerti di musica classica e lirica.
9
ντόπιοι προτείνουν
Sori
9
ντόπιοι προτείνουν
A Sori è consigliabile arrivare in treno o in bus (in estate) perchè è abbastanza difficile parcheggiare. Una bella spiaggia, una delle preferite dai genovesi interessante anche se piccolo, il borgo. Interessante la vista dall'Oratorio di Sant'Erasmo, luogo assai conosciuto dagli amanti della musica perchè vi si tengono moltissimi concerti di musica classica e lirica.
BOGLIASCO? SI' GRAZIE! Comoda da raggiungere in treno o in bus (linea per Genova). Non viene molto reclamizzato a livello turistico, Bogliasco. Immagino che i residenti siano gelosi della loro tranquilla e bella cittadina. Se avete tempo ve la consiglio è una cittadina molto carina, con una bella spiaggia, un ponte medievale, belle piazzette e una bella passeggiata a mare, che sale e scende. Anche l'offerta gastronomica non è male. Bisogna volerci andare, perché non viene attraversata dall'Aurelia.
17
ντόπιοι προτείνουν
Bogliasco
17
ντόπιοι προτείνουν
BOGLIASCO? SI' GRAZIE! Comoda da raggiungere in treno o in bus (linea per Genova). Non viene molto reclamizzato a livello turistico, Bogliasco. Immagino che i residenti siano gelosi della loro tranquilla e bella cittadina. Se avete tempo ve la consiglio è una cittadina molto carina, con una bella spiaggia, un ponte medievale, belle piazzette e una bella passeggiata a mare, che sale e scende. Anche l'offerta gastronomica non è male. Bisogna volerci andare, perché non viene attraversata dall'Aurelia.
NERVI DA NON PERDERE A Nervi bisogna andare in treno (o in bus). La stazione è proprio vicina sia all'ingresso ai Parchi di Nervi (il parco preferito dai Genovesi...anche perchè non ce ne sono molti altri!) sia alla bellissima passeggiata a mare, un tratto di oltre due km affacciato sulla scogliera, che porta dritto dritto al porticciolo. In primavera e autunno la passeggiata è bella anche di mattina o pomeriggio. In estate invece meglio andare di sera, quando rinfresca un po'. Molto romantico, ci sono anche alcuni locali in cui bere o mangiare qualcosa vista mare. Naturalmente Nervi, nella parte non affacciata sul mare ha anche bei negozi, anche se posti su una strada un pochino trafficata.
43
ντόπιοι προτείνουν
Νέρβι
43
ντόπιοι προτείνουν
NERVI DA NON PERDERE A Nervi bisogna andare in treno (o in bus). La stazione è proprio vicina sia all'ingresso ai Parchi di Nervi (il parco preferito dai Genovesi...anche perchè non ce ne sono molti altri!) sia alla bellissima passeggiata a mare, un tratto di oltre due km affacciato sulla scogliera, che porta dritto dritto al porticciolo. In primavera e autunno la passeggiata è bella anche di mattina o pomeriggio. In estate invece meglio andare di sera, quando rinfresca un po'. Molto romantico, ci sono anche alcuni locali in cui bere o mangiare qualcosa vista mare. Naturalmente Nervi, nella parte non affacciata sul mare ha anche bei negozi, anche se posti su una strada un pochino trafficata.
TREKKING PER TUTTE LE STAGIONI - IL MONTE DI PORTOFINO se è bel tempo è sempre il tempo per passeggiare nel Parco di Portofino. Ovviamente in inverno sarà consigliabile partire di buon'ora e calcolare bene tempi e mete per non farsi sorprendere dal buio. Ogni stagione regala colori e paesaggi cangianti. Per eventuali visite guidate o informazioni dettagliate è meglio cercare sul sito http://www.parcoportofino.it/
40
ντόπιοι προτείνουν
Monte di Portofino
40
ντόπιοι προτείνουν
TREKKING PER TUTTE LE STAGIONI - IL MONTE DI PORTOFINO se è bel tempo è sempre il tempo per passeggiare nel Parco di Portofino. Ovviamente in inverno sarà consigliabile partire di buon'ora e calcolare bene tempi e mete per non farsi sorprendere dal buio. Ogni stagione regala colori e paesaggi cangianti. Per eventuali visite guidate o informazioni dettagliate è meglio cercare sul sito http://www.parcoportofino.it/
GENOVA - LA SUPERBA CHE QUANDO LA CONOSCI TI FA INNAMORARE - Venite in primavera o in autunno, quando l'afa si smorza e prendetevi, se potete, una settimana per ammirare Genova. Non ne resterete delusi. Il mio consiglio è di contattare qualche associazione di Guide Turistiche Locali e, almeno nei primi giorni, farvi guidare da chi ama e conosce profondamente Genova. Ci sono tantissimi giri "a tema" con racconti affascinanti che fanno restare maggiormente impressi i luoghi visitati. Poi sarà bello girare da soli, perdendosi e ritrovandosi, salendo e scendendo, sfiorando il mare e raggiungendo le alture della città... Recco è il luogo ideale da cui partire per visitare questa città schiva ma davvero superba. Da Recco parte un treno ogni circa mezz'ora e in massimo 30 minuti alle stazioni di Genova Brignole o Genova Principe, punti ideali per visitare il levante o il ponente della città . Anche il bus parte ogni 40 minuti da Recco in direzione Genova. Il capolinea è davanti alla stazione di Genova Brignole, comodissima per dare un'occhiata alla grandiosa Piazza della Vittoria, imboccare la larga Via XX Settembre, centro dello shopping cittadino per giungere infine alla fontana di Piazza De Ferrari, sulla quale si affacciano il Palazzo Ducale, sede di prestigiose mostre e da visitare anche per gli sfavillanti Salone del Minor e del Maggior Consiglio e l'amatissimo Teatro Carlo Felice, risorto dalle sue ceneri circa trent'anni fa. Da qui, dopo aver ammirato la Cattedrale di San Lorenzo, vera meraviglia, sarà stupendo perdersi nel reticolo di stradine che salgono e scendono, alternando i palazzi nobiliari ai "bassi" dove ancora le prostitute e i transessuali cantati da Fabrizio De André ci ricordano che Genova è stata, prima di tutto, porto di mare.... I nobili genovesi e i ricchissimi borghesi evitavano con cura l'ostentazione. Fare palazzi pieni di stucchi e decori esterni era un lusso inutile, le strade così strette avrebbero comunque impedito di apprezzare le ricche facciate. E allora i veri gioielli sono all'interno dei palazzi, nelle piazzette nascoste. E' impossibile elencare tutte le cose da fare e vedere a Genova. Il Porto Antico, dove non si può mancare di fare una visita all'Acquario di Genova, la chiesa di San Lorenzo, la chiesa di Carignano, le mille chiese nascoste nel centro storico, tutte adornate di opere d'arte pregevolissime. I palazzi dei Rolli, la nobile Via Garibaldi. La vista dalla Spianata Castelletto (con le caratteristiche funicolari e ascensori che consentono di salire nella parte alta della città. Le visite guidate del centro storico. Basti dire che a Genova persino il cimitero fa rimanere senza fiato! Corso Italia, il lungomare di svariati chilometri in cui la gente fa jogging o va sui pattini, ti porta alla mitica Boccadasse (dove, Camilleri, fissa la dimora della fidanzata di Montalbano!) Ma se da Boccadasse ti inerpichi riesci a scovare un altro gioiellino, meno turistico ma altrettanto fascinoso: il borgo di Vernazzola con la sua spiaggia. ...E alla sera sarà bello tornare nella quiete di Recco per riposare le gambe, decantare le emozioni e gustare la Focaccia col Formaggio!
108
ντόπιοι προτείνουν
Genoa
108
ντόπιοι προτείνουν
GENOVA - LA SUPERBA CHE QUANDO LA CONOSCI TI FA INNAMORARE - Venite in primavera o in autunno, quando l'afa si smorza e prendetevi, se potete, una settimana per ammirare Genova. Non ne resterete delusi. Il mio consiglio è di contattare qualche associazione di Guide Turistiche Locali e, almeno nei primi giorni, farvi guidare da chi ama e conosce profondamente Genova. Ci sono tantissimi giri "a tema" con racconti affascinanti che fanno restare maggiormente impressi i luoghi visitati. Poi sarà bello girare da soli, perdendosi e ritrovandosi, salendo e scendendo, sfiorando il mare e raggiungendo le alture della città... Recco è il luogo ideale da cui partire per visitare questa città schiva ma davvero superba. Da Recco parte un treno ogni circa mezz'ora e in massimo 30 minuti alle stazioni di Genova Brignole o Genova Principe, punti ideali per visitare il levante o il ponente della città . Anche il bus parte ogni 40 minuti da Recco in direzione Genova. Il capolinea è davanti alla stazione di Genova Brignole, comodissima per dare un'occhiata alla grandiosa Piazza della Vittoria, imboccare la larga Via XX Settembre, centro dello shopping cittadino per giungere infine alla fontana di Piazza De Ferrari, sulla quale si affacciano il Palazzo Ducale, sede di prestigiose mostre e da visitare anche per gli sfavillanti Salone del Minor e del Maggior Consiglio e l'amatissimo Teatro Carlo Felice, risorto dalle sue ceneri circa trent'anni fa. Da qui, dopo aver ammirato la Cattedrale di San Lorenzo, vera meraviglia, sarà stupendo perdersi nel reticolo di stradine che salgono e scendono, alternando i palazzi nobiliari ai "bassi" dove ancora le prostitute e i transessuali cantati da Fabrizio De André ci ricordano che Genova è stata, prima di tutto, porto di mare.... I nobili genovesi e i ricchissimi borghesi evitavano con cura l'ostentazione. Fare palazzi pieni di stucchi e decori esterni era un lusso inutile, le strade così strette avrebbero comunque impedito di apprezzare le ricche facciate. E allora i veri gioielli sono all'interno dei palazzi, nelle piazzette nascoste. E' impossibile elencare tutte le cose da fare e vedere a Genova. Il Porto Antico, dove non si può mancare di fare una visita all'Acquario di Genova, la chiesa di San Lorenzo, la chiesa di Carignano, le mille chiese nascoste nel centro storico, tutte adornate di opere d'arte pregevolissime. I palazzi dei Rolli, la nobile Via Garibaldi. La vista dalla Spianata Castelletto (con le caratteristiche funicolari e ascensori che consentono di salire nella parte alta della città. Le visite guidate del centro storico. Basti dire che a Genova persino il cimitero fa rimanere senza fiato! Corso Italia, il lungomare di svariati chilometri in cui la gente fa jogging o va sui pattini, ti porta alla mitica Boccadasse (dove, Camilleri, fissa la dimora della fidanzata di Montalbano!) Ma se da Boccadasse ti inerpichi riesci a scovare un altro gioiellino, meno turistico ma altrettanto fascinoso: il borgo di Vernazzola con la sua spiaggia. ...E alla sera sarà bello tornare nella quiete di Recco per riposare le gambe, decantare le emozioni e gustare la Focaccia col Formaggio!
AVRESTE MAI PENSATO DI POTER FARE UNA CACCIA AL TESORO IN UN CIMITERO? A GENOVA SI PUO' anche in questo caso l'ideale è una visita guidata, ce ne sono moltissime, anche a tema, perché molti sono i fili conduttori che possono ispirare una visita a questo gioiello cittadino. Dov'è la statua che l'umile venditrice di noccioline alla sua morte si fece realizzare dal migliore scultore di Genova con i risparmi accumulati in una vita di lavoro? Dove si trova l'"Angelo Oneto", statua raffigurante un particolare angelo androgino che è fra le immagini maggiormente richieste da chi si fa tatuare nel mondo (guardare le braccia del calciatore Beckham per credere!)? Dove possiamo vedere la cappella di famiglia in cui riposano le spoglie di Fabrizio De Andrè, con ben visibile la sua chitarra? E la statua del Fraticello così realistica che dalla manica dell'abito spunta un fazzoletto (ovviamente scolpito)? Quale sarà la tomba di Giuseppe Mazzini? Perchè uno dei fiori più rappresentati nelle sculture funerarie è il papavero? Il cimitero Monumentale è un vero e proprio museo a cielo aperto. Entrarci da vivi e ritrovarsi ad aver passato diverse ore a indovinare i mestieri e la storia di tante persone del passato attraverso i loro monumenti funerari, spesso realizzati dai maggiori scultori dell''800, è un privilegio riservato a chi riesce a superare i pregiudizi e le scaramanzie!
18
ντόπιοι προτείνουν
Monumental Cemetery of Staglieno
2 Piazzale Giovanni Battista Resasco
18
ντόπιοι προτείνουν
AVRESTE MAI PENSATO DI POTER FARE UNA CACCIA AL TESORO IN UN CIMITERO? A GENOVA SI PUO' anche in questo caso l'ideale è una visita guidata, ce ne sono moltissime, anche a tema, perché molti sono i fili conduttori che possono ispirare una visita a questo gioiello cittadino. Dov'è la statua che l'umile venditrice di noccioline alla sua morte si fece realizzare dal migliore scultore di Genova con i risparmi accumulati in una vita di lavoro? Dove si trova l'"Angelo Oneto", statua raffigurante un particolare angelo androgino che è fra le immagini maggiormente richieste da chi si fa tatuare nel mondo (guardare le braccia del calciatore Beckham per credere!)? Dove possiamo vedere la cappella di famiglia in cui riposano le spoglie di Fabrizio De Andrè, con ben visibile la sua chitarra? E la statua del Fraticello così realistica che dalla manica dell'abito spunta un fazzoletto (ovviamente scolpito)? Quale sarà la tomba di Giuseppe Mazzini? Perchè uno dei fiori più rappresentati nelle sculture funerarie è il papavero? Il cimitero Monumentale è un vero e proprio museo a cielo aperto. Entrarci da vivi e ritrovarsi ad aver passato diverse ore a indovinare i mestieri e la storia di tante persone del passato attraverso i loro monumenti funerari, spesso realizzati dai maggiori scultori dell''800, è un privilegio riservato a chi riesce a superare i pregiudizi e le scaramanzie!
VISITARE LE "CINQUE TERRE" richiede almeno una giornata. In estate si può anche optare per raggiungerle in battello (occorre informarsi su costi e orari e prenotare https://www.golfoparadiso.it/linee-turistiche/ ) oppure partendo di buon mattino in treno. Si può anche scendere alla prima, visitarla, risalire su un treno e andare alla successiva e così via...oppure, dove possibile, passare da una all'altra tramite i sentieri, verificando con le pro loco locali che siano percorribili. Sconsigliato andarci in automobile, soprattutto in estate. Le strade sono ripide e strette, le possibilità di parcheggio praticamente nulle. Questi alcuni link che possono aiutare a organizzare le idee https://www.incinqueterre.com/it/cinque-terre-in-one-day https://viaggi-nel-tempo.com/visitare-le-cinque-terre-suggerimenti-pratici
60
ντόπιοι προτείνουν
Cinque Terre
60
ντόπιοι προτείνουν
VISITARE LE "CINQUE TERRE" richiede almeno una giornata. In estate si può anche optare per raggiungerle in battello (occorre informarsi su costi e orari e prenotare https://www.golfoparadiso.it/linee-turistiche/ ) oppure partendo di buon mattino in treno. Si può anche scendere alla prima, visitarla, risalire su un treno e andare alla successiva e così via...oppure, dove possibile, passare da una all'altra tramite i sentieri, verificando con le pro loco locali che siano percorribili. Sconsigliato andarci in automobile, soprattutto in estate. Le strade sono ripide e strette, le possibilità di parcheggio praticamente nulle. Questi alcuni link che possono aiutare a organizzare le idee https://www.incinqueterre.com/it/cinque-terre-in-one-day https://viaggi-nel-tempo.com/visitare-le-cinque-terre-suggerimenti-pratici